Quali sono i contenuti minimi della dichiarazione al garante della Privacy?


La segnalazione deve essere effettuata dal Titolare del Trattamento in modo chiaro e specifico, nel più breve tempo possibile, e deve riportare la natura della violazione, le circostanze ad essa relative, le sue probabili conseguenze e i provvedimenti adottati (o che si intendono adottare) per porvi rimedio e attenuare i possibili effetti negativi.

Nella comunicazione da inviare al Garante Privacy deve inoltre essere indicato il nominativo e i recapiti di contatto del  Responsabile della Protezione dei dati/Data Protection Officer).

Quindi i contenuti minimo sono:
  • Comunicare contatti del responsabile della protezione dei dati;
  • Descrivere le probabili conseguenze della violazione;
  • Indicare le misure che sono state adottate per rimediare alla violazione.
Nel caso in cui la notifica all’autorità di controllo non sia effettuata entro le previste 72 ore, il titolare può comunque inviare la sopra citata notifica, ma è tenuto ad allegare anche un documento in cui illustri i motivi del ritardo. Natura della violazione, le categorie e il numero complessivo di di interessati in questione.

MODI assume l'incarico di DPO. Dal 1998 operiamo nella consulenza di organizzazione aziendale in P.M.I. del Veneto e del Nord Est. Sviluppiamo progetti formativi finanziati da FONDIMPRESA proponendo i corsi a catalogo.

Per un preventivo di consulenza privacy compila il veloce questionario cliccando qui

Per consulenze aziendali, affidamento incarico DPO,  iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it