Quali sono gli elementi che caratterizzano la norma UNI EN ISO 37001:16?


Anche la norma ISO 37001:2016, come tutte le norme recenti da parte di ISO, si integra tra i sistemi di gestione, utilizzando testo, terminologia e struttura comuni.

La norma ISO 37001 mette in evidenza con chiarezza che il rischio di corruzione dipende da vari fattori, come ad esempio la dimensione dell’organizzazione, il settore merceologico, il mercato geografico di riferimento.

L’approccio in base al “rischio” è un elemento comune di tutte le norme relative ai sistemi di gestione e trova nella ISO 37001:2016 la sua applicazione più tipica.

Alcune linee guida su come possono essere attuati i requisiti della norma ISO 37001 si trovano nell’allegato A e in particolare: Il risk assesment, elemento noto e fondamentale dei Modelli Organizzativi ex D.Lgs. 231 e dei Piani di Prevenzione della Corruzione ex Legge 190/2012.

La due diligence, ovvero l’indagine che va fatta per “valutare il rischio” di corruzione cui si espone la società, nel momento in cui entra in rapporti con dipendenti, clienti, fornitori, partner commerciali, titolari e soci in affari a vario titolo.

Valutare il rischio è un elemento che pure un Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231 dovrebbe prendere in considerazione, ma troppo spesso sottovalutato. Quindi è importante che sia diventato un requisito della norma ISO 37001:2016.

Per la consultazione di materiali sulla ISO 37001 come slide, video, materiali, faq ecc., Maurizio Billi e lo staff di Consulenza Certificazione ISO 37001.it by MODI S.r.l. hanno messo a un sito internet dedicato www.consulenzaregolamentoiso37001.it

A disposizione per gli imprenditori del Veneto e del Nord Est di aziende interessate all’adozione della norma UNI EN ISO 37001:2016 il numero verde 800300333 per richiedere un sopralluogo gratuito e un preventivo personalizzato.