MODELLI 231: ADEGUAMENTO ALLA RIFORMA DEI REATI TRIBUTARI


Il Decreto Fiscale approvato il 24 dicembre 2019 ha introdotto tra i reati ex D. Lgs. 231 gli illeciti tributari di cui al D.Lgs. 74/2000, dando luogo all’art. 25 quinquiesdecies che indica per quali reati possa determinarsi la responsabilità amministrativa.

Per adeguare i propri Modelli le Società devono:
  1.  effettuare l’attività di Risk Assessment finalizzata a valutare le aree di rischio di commissione dei nuovi reati;
  2. analizzare e sviluppare le procedure necessarie per attuare il sistema di controllo interno;
  3. aggiornare il Modello 231 e la documentazione correlata (Codice Etico, Flussi Organismo di Vigilanza).
Stante quanto sopra, i Modelli 231 che non tengono conto della riforma sono, di conseguenza, da considerarsi non idonei a prevenire tali reati.  Con la presente MODI® si offre per fornirVi l’assistenza necessaria.

Per maggiori informazioni a Vs. disposizione il Servizio Clienti al numero verde 80030033.

Su questo argomento MODI® metterà a Vostra disposizione consulenti esperti della materia che potranno individuare e proporre il percorso più idoneo per adeguare il Vostro Modello 231 e aiutare la Vostra Organizzazione a mettere in atto le soluzioni più appropriate.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.