TRANSIZIONE ALLA ISO 45001

Come già comunicato in precedenza, vi ricordiamo che il 12 Marzo 2018 è stata pubblicata la UNI ISO 45001:2018 "Sistema di Gestione per la Sicurezza e la Salute sui luoghi di lavoro". Questo nuovo standard, entro tre anni dalla sua pubblicazione, sostituirà definitivamente la norma BS OHSAS 18001:2007 (decorso tale periodo, di conseguenza, le certificazioni rilasciate in conformità a quest'ultima cesseranno di valere).

Quindi, in questo triennio di contestuale vigenza delle due norme, sarà necessario adeguare la propria certificazione dalla 18001 alla 45001 in occasione di un audit di sorveglianza, di un audit di rinnovo o ianificato (giorno/uomo che sarà dedicato alla valutazione delle peculiarità della nuova norma).

Per consulenze sulla transizione alla norma,  sistemi di gestione integrati, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



La sessione di formazione iniziale e di aggiornamento per i Preposti è programmata mensilmente



Il corso per "preposti" è obbligatorio ed è rivolto a tutti coloro che ricoprono, anche senza nomina, una intermedia fra il datore di lavoro e le figure operative (caporeparto, capoturno, responsabile di produzione, caposquadra, capocantiere, ecc..)

Il ruolo del "preposto" è quello di fare applicare le misure di prevenzione, intervenendo con le proprie direttive, sovrintendendo e vigilando circa la puntuale e corretta applicazione delle direttive da osservare.

La consapevolezza dei propri compiti ma anche delle corrispondenti responsabilità, rappresentano i presupposti indispensabili per la corretta e puntuale gestione della sicurezza aziendale.

MODI oraganizza ogni mese corsi di formazione e aggiornamento per "preposti". Gli aggiornamenti soo disponibili anche online.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

Cosa cambia con il Regolamento UE 679 per il trasferimento dei dati verso Paesi terzi e Organismi internazionali?

In questo articolo diamo risalto al “cosa cambia con il Regolamento UE 679” per il trasferimento dei dati verso Paesi terzi e Organismi internazionali prendendo come fonte di ragionamento quanto pubblicato nel sito del Garante della Privacy,

Con il Regolamento UE 679 per il trasferimento dei dati verso Paesi terzi e Organismi internazionali viene meno il requisito dell’autorizzazione nazionale (si vedano art. 45, paragrafo 1, e art. 46, paragrafo 2).

Ciò significa che il trasferimento verso un Paese terzo “adeguato” ai sensi della decisione assunta in futuro dalla Commissione, ovvero sulla base di clausole contrattuali modello, debitamente adottate, o di norme vincolanti d’impresa approvate attraverso la specifica procedura di cui all’art. 47 del regolamento, potrà avere inizio senza attendere l’autorizzazione nazionale del Garante – a differenza di quanto attualmente previsto dall’art. 44 del Codice.

Tuttavia, l’autorizzazione del Garante sarà ancora necessaria se un titolare desidera utilizzare clausole contrattuali ad-hoc (cioè non riconosciute come adeguate tramite decisione della Commissione europea) oppure accordi amministrativi stipulati tra autorità pubbliche – una delle novità introdotte dal regolamento.

Il regolamento 679/2016 consente di ricorrere anche a codici di condotta ovvero a schemi di certificazione per dimostrare le “garanzie adeguate” previste dall’art. 46.

Ciò significa che i titolari o i responsabili del trattamento stabiliti in un Paese terzo potranno far valere gli impegni sottoscritti attraverso l’adesione al codice di condotta o allo schema di certificazione, ove questi disciplinino anche o esclusivamente i trasferimenti di dati verso Paesi terzi, al fine di legittimare tali trasferimenti. Tuttavia (si vedano art. 40, paragrafo 3, e art. 42, paragrafo 2), tali titolari dovranno assumere, inoltre, un impegno vincolante mediante uno specifico strumento contrattuale o un altro strumento che sia giuridicamente vincolante e azionabile dagli interessati.

Il regolamento vieta trasferimenti di dati verso titolari o responsabili in un Paese terzo sulla base di decisioni giudiziarie o ordinanze amministrative emesse da autorità di tale Paese terzo, a meno dell’esistenza di accordi internazionali in particolare di mutua assistenza giudiziaria o analoghi accordi fra gli Stati (si veda art. 48).

Si potranno utilizzare, tuttavia, gli altri presupposti e in particolare le deroghe previste per situazioni specifiche di cui all’art. 49.

A tale riguardo, si deve ricordare che il regolamento chiarisce come sia lecito trasferire dati personali verso un Paese terzo non adeguato “per importanti motivi di interesse pubblico”, in deroga al divieto generale, ma deve trattarsi di un interesse pubblico riconosciuto dal diritto dello Stato membro del titolare o dal diritto dell’Ue (si veda art. 49, paragrafo 4) – e dunque non può essere fatto valere l’interesse pubblico dello Stato terzo ricevente.

Il regolamento fissa i requisiti per l’approvazione delle norme vincolanti d’impresa e i contenuti obbligatori di tali norme.

L’elenco indicato al riguardo nel paragrafo 2 dell’art. 47 non è esaustivo e, pertanto, potranno essere previsti dalle autorità competenti, a seconda dei casi, requisiti ulteriori.

Ad ogni modo, l’approvazione delle norme vincolanti d’impresa dovrà avvenire esclusivamente attraverso il meccanismo di coerenza di cui agli artt. 63-65 del regolamento – ossia, è previsto in ogni caso l’intervento del Comitato europeo per la protezione dei dati (si veda art. 65, paragrafo 1, lettera d) ).

Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.

Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 80030033 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda.

Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it

 

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER ADDETTI EMERGENZA PRIMO SOCCORSO

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER ADDETTI EMERGENZA PRIMO SOCCORSO


MODI SRL organizza incontri formativi indirizzati agli addetti alla gestione delle emergenze primo soccorso per attività appartenenti sia al gruppo B/C che per il gruppo A ; i programmi dei corsi sono conformi al DM 338/2003.

I costi variano in base al tipo di corso da effettuarsi, differenziandosi tra gruppo A (formazione 16 ore e aggiornamento 6 ore) oppure il gruppo B/C (formazione 12 ore e aggiornamento 4 ore).

Il corso insegna come gestire un'emergenza anche grave, come soffocamento o grandi sanguinamenti, il riconoscimento di attacchi di cuore, eseguire compressioni cardiache e di ventilazione artificiale, per approfondire questi argomenti e visionare il nostro catalogo corsi visitare il sito www.modiq.it  oppure contattare lo staff di MODI SRL al numero verde 800300333.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


Corso di aggiornamento per RSPP della durata di 40 ore disponibile nella piattaforma online di MODI S.r.l.

E' disponibile nella piattaforma online messa a disposizione da MODI S.r.l. il corso di aggiornamento per RSPP della durata di 40 ore, rivolto a RSPP, ASPP, Datori di Lavoro e soggetti che si occupano della gestione della sicurezza sul lavoro in azienda.

L’aggiornamento per queste figure è quinquennale e il percorso è utile soprattutto a chi ha la formazione in scadenza oppure non ha provveduto per tempo al proprio aggiornamento, il corso fa riferimento al Decreto Legislativo 81/08 (Testo Unico in materia di Sicurezza sul Lavoro).

Il corso è fruibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, grazie alla piattaforma online e il costo è di soli € 259,00, è possibile visionare le recensioni lasciate dagli stessi allievi visitando la sezione "DICONO DI NOI" nel nostro sito www.modiq.it.

Lo staff tecnico è attivo per la clientela al numero verde 800300333.

Corso raccomandato dagli stessi allievi con le loro recensioni. Prova piattaforma gratis prima dell’acquisto....continua a leggere su https://www.modiq.it/corsi-di-formazione/
Corso raccomandato dagli stessi allievi con le loro recensioni. ...continua a leggere su https://www.modiq.it/corsi-di-formazion

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it



Privacy? La raccolta di dati personali è aumentata in modo significativo e per questo è opportuno che vengano gestiti con la massima cura e sicurezza.

Con l'uso di internet e dei Social in particolare, la raccolta dei dati personali e la pubblicazioni di immagini è aumentata in modo significativo e per questo è opportuno che vengano gestiti con la massima cura e sicuezza. 

La tecnologia attuale consente tanto alle imprese private quanto alle autorità pubbliche di utilizzare dati personali, come mai in precedenza, nello svolgimento delle loro attività. Le organizzazioni hanno di pochi mesi per conformarsi al nuovo regolamento 679/16. Entro il 24/05/18 per non incorrere in sanzioni! 
 
Entro il 24 maggio 2018, tutte le aziende di Europa dovevano recepire il REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY UE 2016/679. 

Non tutte le Organizzazione interessate si sono però ancora adeguate.

Viene richiesto a tutti anche di cooperare con l’autorità di controllo notificando qualsiasi violazione dei dati personali alla stessa e al diretto interessato. La ragione che ha portato dalla direttiva al regolamento UE 679/2016 è esplicitato nei considerando 6 e 7. Il Regolamento UE 679/16 ha 99 articoli, 11 capi e 173 considerando.

Chi non si è adeguato al Regolamento UE 2016/679 prima dell'entrata in vigore (25/05/2018) non deve aspettare altro tempo!  

Contattando la segreteria organizzativa di Consulenza Regolamento Privacy UE 679 by MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia al numero verde 800300333 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato per l'applicazione del REGOLAMENTO 2019/679 PRIVACY O GDPR!





Pseudonimizzazione? Si intende il trattamento dei dati personali in modo tale che i dati non possano più essere attribuiti ad un interessato specifico senza l’utilizzo di in- formazioni aggiuntive


Con il termine "pseudonimizzazione" si intende il trattamento dei dati personali in modo tale che i dati non possano più essere attribuiti ad un interessato specifico senza l’utilizzo di in- formazioni aggiuntive, a condizione che tali in- formazioni aggiuntive siano conservate separatamente e soggette a misure tecniche e organizzative intese a garantire che tali dati personali non siano attribuiti a una persona identificata o identificabile.

Chi non si è adeguato al Regolamento UE 2016/679 prima dell'entrata in vigore (25/05/2018) non deve aspettare altro tempo!

Contattando la segreteria organizzativa di Consulenza Regolamento Privacy UE 679 by MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia al numero verde 800300333 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato per l'applicazione del REGOLAMENTO 2019/679 PRIVACY O GDPR! 



La tutela della privacy è un problema che travalica i confini nazionali

La designazione del Privacy Officer è già obbligatoria da oltre dieci anni nelle istituzioni dell’Unione Europea.

Da alcuni anni in diversi Stati Membri come Germania, Grecia, Ungheria, Slovacchia – in base all’art. 18 della Direttiva 95/46/CE – il Privacy Officer è obbligatorio; in altri, come in Francia; è invece previsto un Privacy Officer come figura facoltativa.

La domanda che a questo punto è importante farsi è:

Qual’è il percorso di formazione del Privacy Officer e quali sono i requisiti professionali per tale figura?

L’esperienza maturata in questi anni in ambito europeo, soprattutto nelle istituzioni, è un importante punto di riferimento per comprendere la figura del Privacy Officer che sta per diventare obbligatoria anche in Italia tramite il regolamento.

Il Privacy Officer è un supervisore indipendente con competenze informatiche e giuridiche che conosce il mercato in cui opera l’Ente/Azienda.

Il Privacy Officer Indipendente rispetto all’Ente ed è Designato con mandato o con un contratto di lavoro o di servizi.

Sta in carica almeno 2/4 anni (ciò anche per garantire la continuità necessaria nell’applicazione della normativa).

Il Privacy Officer ha compiti di sorveglianza e applicazione della normativa e dovrà comunicare all’Autorità eventuali violazioni che interessano i dati.

Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.

Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 80030033 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda.

Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it

 

I Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2015 sono uno strumento di organizzazione aziendale

I Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2015 sono uno strumento di organizzazione aziendale che offrono delle linee guida da seguire e degli strumenti per affrontare le problematiche a cui un'Organizzazione è soggetta.

La norma ISO 9001 definisce i requisiti di un SGQ "sistema di gestione per la qualità" per un'organizzazione. I requisiti espressi sono di carattere generale e possono essere implementati volontariamente da ogni tipologia di organizzazione.

La ISO 9001 è la normativa di riferimento per chi vuole sottoporre a controllo qualità il proprio processo produttivo in modo ciclico, partendo dalla definizione dei requisiti (espressi e non) dei clienti, arrivando fino al monitoraggio di tutto il percorso/processo produttivo.

Per applicare la norma ISO 9001:2015 bisogna implementare un impianto documentale che contenga procedure, istruzioni e moduli di registrazione per ogni singolo processo identificato all'interno dell'organizzazione aziendale.

Tutta l'organizzazione viene interessata dal SGQ in quanto vengono coinvolte la direzione aziendale, il personale coinvolto dal processo/procedura, viene fatta una pianificazione, si valuta la fase di progettazione, vendita, fornitori, aprovigionamenti, produzione, vendita, installazione del prodotto, assistenza post vendita.

Chiama la Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia se desideri implementare un sistema di gestione qualitò, ambiente, sicurezza, anti-corruzione a norma ISO 37001:2016 anche tra loro integrati.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.ite www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.


Il pericolo di “corruzione” porta incertezze in chi esercita attività commerciali. Adottare un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016.

Il pericolo di "corruzione" porta incertezze in chi esercita attività commerciali.

La corruzzione aumenta il costo dei beni e dei servizi, diminuisce la qualità dei prodotti e dei servizi. 

La corruzione può portare alla perdita di vite umane e di proprietà, distrugge la fiducia nelle istituzioni e interferisce con l’efficiente funzionamento dei mercati.  

Chiama MODI SRL di Venezia e adotta un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016. 

La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia è il Partnere giusto se desideri implementare un modello Organizzativo 231, la norma ISO 37001, un sistema di gestione qualità, ambiente, sicurezza, anche tra loro integrati. Chiama MODI Info 800300333 www.consulenzacertificazioneiso37001.it

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



Regolamento Europeo Privacy GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?



Regolamento Europeo GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?

Il Gdpr 2016/679 indica che è il titolare che ha l'onere di valutare il grado di tutele adeguato ai propri trattamenti dei dati personali delle persone fisiche, e l'Autorità Garante ha un ruolo successivo di verifica degli adempimenti. 


La responsabilizzazione è fondamentale perché i "dati personali" sono elementi importanti e il loro uso illecito può essere pericoloso.

La capacità di proteggere i dati è fondamentale per essere competitivi e avere una buona reputazione. 


Un'azienda che non è in grado di proteggere la propria banca dati tenderà a essere emarginata dal mercato perché da una parte sarà vulnerabile ad attacchi informatici e furti di identità, dall'altra avendo indebolito le garanzie offerte su questo terreno ai clienti, sarà meno competitiva.

Fonte: Intervista ad Antonello Soro del 20 Aprile 2018
 

Lo Staff tecnico di MODI S.r.l è a disposizionPer consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

Modello OT24 per l’anno 2019? l’INAIL offre la possibilità di ridurre il premio annuale a certe imprese

Modello OT24 per l’anno 2019? 
Con l’applicazione di tale modello l’INAIL offre la possibilità di ridurre il premio annuale alle imprese virtuose che hanno effettuato interventi volti al miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia (d.lgs. 81/2008 e successive modificazioni).
Affidati a MODI per la compilazione del Modello OT24 INAIL che è distinto in cinque sezioni:

Interventi di carattere generale;
Interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale;
Interventi trasversali;
Interventi settoriali generali;
Interventi settoriali.

MODI SRL resta a disposizione per le aziende che intendono usufruire della riduzione del premio e che devono effettuare iniziative in materia di prevenzione descritte nel modello. 
Contattare lo staff tecnico al numero verde 800300333 o visitare il sito www.modiq.it

Cliccare qui per visionare la news sul nuovo modello OT24/2019 oppure cliccare qui per scaricare direttamente il modulo da compilare.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


I titolari di azienda possono assumere il ruolo di Addetto al Primo Soccorso e Prevenzione Incendi?

Il Datore di Lavoro può assumere il ruolo di Addetto al Primo Soccorso e Prevenzione Incendi?

Il Datore di Lavoro può ricoprire il ruolo di Addetto al Primo Soccorso e di Addetto alla prevenzione Antincendi dopo aver frequentato gli opportuni corsi di formazione e seguendo, negli anni successivi, i relativi corsi di aggiornamento.

Lo svolgimento diretto del Datore di Lavoro dei compiti di Prevenzione e Protezione dei rischi e del ruolo di Addetto al Primo Soccorso e incaricato alla lotta antincendio, secondo il Decreto Legislativo 81/08 (allegato II) può essere effettuato solo nei seguenti casi: aziende artigiane e industriali fino a 30 lavoratori, aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori, aziende della pesca fino a 20 lavoratori e in altre aziende fino a 200 lavoratori.

Sono escluse le aziende industriali soggette a obbligo di dichiarazione o notifica, le centrali termoelettriche, gli impianti e i laboratori nucleari, le aziende estrattive e altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione e il deposito di esplosivi, munizioni e polveri, le strutture di ricovero e di cure sia pubbliche che private.

MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per RSPP Datori di Lavoro. A distanza e cioè con i corsi online gli RSPP Datore di Lavoro possono seguire i corsi di aggiornamento obbligatorio da farsi ogni 5 anni. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per informazioni su i corsi di Formazione per Addetto al Primo Soccorso e Addetto al Antincendio aziendali consultare il nostro sito www.modiq.itoppure contattateci al numero verde 800300333 raggiungibile gratis anche da mobile o via e-mail a modi@modiq.it.
  
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



Il “Privacy Officer e Consulente della Privacy”

Il “Privacy Officer e Consulente della Privacy” denominazione italiana del Data Protectin Officer (letteralmente “Responsabile della Protezione dei Dati”) in breve il “Privacy Officer”, è un professionista o dipendente/collaboratore di azienda, che:

• Possiede competenze specifiche sulla protezione dei dati personali e approfondite conoscenze della normativa che la regolamentano

• Fornisce tutta la consulenza necessaria per progettare, verificare e mantenere un Sistema Organizzativo di Gestione dei dati personali comprendente l’adozione di un complesso di idonee misure di sicurezza finalizzate alla tutela e allo salvaguardia del patrimonio basato sui dati e sulle informazioni che assicuri un elevato grado di sicurezza e riservatezza

Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.

Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 80030033 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda.

Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it

Privacy – GDPR 2016/679: è possibile la nomina di più Responsabili della Protezione Dati?

GDPR 2016/679: è possibile la nomina di più Responsabili della Protezione Dati?

Qui di seguito Vi sottoponiamo un quesito che trova risposta direttamente dalle FAQ pubblicate sul sito internet del Garante della Privacy.
 
L'unicità della figura del RPD è condizione necessaria affinché venga evitato il rischio di sovrapposizioni o incertezze sulle responsabilità, sia con riferimento all'ambito interno all'ente, sia con riferimento a quello esterno, e pertanto occorre che questa sia sempre assicurata.

E’ possibile nominare più figure di supporto, in riferimento a settori o ambiti territoriali diversi, anche dislocate presso diverse articolazioni organizzative dell'amministrazione, purché facciano sempre riferimento a un unico soggetto responsabile all’azienda.

Infatti, in relazione alla particolare eterogeneità dei trattamenti di dati personali effettuati (in rapporto, ad esempio, all'effettuazione di trattamenti soggetti a basi giuridiche diverse in ambito di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati) ovvero della complessità della struttura organizzativa dell'ente (talvolta molto ramificata a livello territoriale) può risultare opportuno individuare specifici "referenti" del RPD che potrebbero svolgere un ruolo di supporto e raccordo, sulla base di precise istruzioni del RPD, anche, se del caso, operando quali componenti del suo gruppo di lavoro.

Fonte: Faq Garante Privacy

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

Cerchi un corso per addetti al primo soccorso? Questo mese in partenza a Mestre in Via Voltuno 4/e

MODI organizza mensilmente i corsi per addetti al primo soccorso della durata di 12 ore, 16 ore e gli aggiornamenti triennali della durata di 4 e 6. Tutti i corsi sono tenuti da docenti Medici e prevodono la prova pratica e la somministrazione di un test finale per la verifica di apprendimento.

Questi corso sono ogni mese in aula a Mestre Via Voltuno 4/e e a Spinea in Via Lavezzari 2..

Il corso ha lo scopo di fornire agli addetti al pronto soccorso di aziende appartenenti ai Gruppi B e C una formazione completa e operativa nel rispetto dei contenuti minimi previsti dal DM 388/03.

CONTENUTI DEL CORSO DI FORMAZIONE:

- Cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.)
- Comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza
- Come riconoscere un’emergenza sanitaria
  1)Scena dell’infortunio: raccolta delle informazioni , previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili;
  2)Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato: funzioni vitali (polso, pressione, respiro), stato di coscienza, ipotermia ed ipertermia;
  3)Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio;
  4)Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso Come attuare gli interventi di primo soccorso;

- I rischi specifici presenti nell’ambito di lavoro
- Acquisizione delle conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro
- Cenni di anatomia dello scheletro
- Lussazioni, fratture e complicanze
- Traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale
- Traumi e lesioni toraco-addominali
- Acquisizione delle conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro
- Lesioni da freddo e da calore
- Lesioni da corrente elettrica
- Lesioni da agenti chimici
- Intossicazioni
- Ferite lacero contuse
- Emorragie esterne
- Acquisizione delle capacità di intervento pratico
- Principali tecniche :
comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta
rianimazione cardiopolmonare
tamponamento emorragico
sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato 
soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologic.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



Stai cercando dei CORSI ANTINCENDIO PER LE SQUADRE DI EMERGENZA? Chiama MODI

All’art. 43 comma 1 lettera b) il Decreto Legislativo 81/2008,  stabilisce che il DL - datore di lavoro, è tenuto a incaricare degli "addetti antincendi" affinché attuaino delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze.

Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla squadra di emergenza antincendio, devono ricevere una specifica formazione attraverso dei corsi antincendio specifici.
 
 I contenuti di tali corsi di formazione antincendio devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio incendio delle stesse (rischio basso, rischio medio o rischio elevato).
 
Qui di seguito Vi proponiamo il programma del corso per addetti antincendio in aziende a rischio basso come per esempio gli impiegati in un piccolo ufficio.
 
CONTENUTI DEL CORSO:


1) L'INCENDIO E LA PREVENZIONE

- Principi della combustione;

- prodotti della combustione;

- sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio,

- effetti dell'incendio sull'uomo;

- divieti e limitazioni di esercizio;

- misure comportamentali.


2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO SI VERIFICHI

- Principali misure di protezione antincendio;

- evacuazione in caso di incendio;

- chiamata dei soccorsi.


3) ESERCITAZIONI PRATICHE

- Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;

- istruzioni sull'uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.

Il Corso di formazione rivolto agli incaricati alla lotta antincendio, durata di 4 ore fruibile nell'aula corsi di Mestre in Via Volturno 4/e.
 
Al termine del corso è previsto un test di verifica e apprendimento.   La segreteria di MODI SRL è dispobinile per la clientela al numero verde 800300333.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



Che cos’è il “Rischio Chimico” in ambiente di lavoro? La valutazione è obbligatoria?


Che cos'è il "Rischio Chimico" in ambiente di lavoro?

Per rischio chimico si intende l’insieme dei rischi per la salute e la sicurezza di un lavoratore in presenza di “agenti chimici pericolosi” nell’ambito dello  svolgimento di un lavoro.

Il rischio chimico all’interno degli ambienti di lavoro è diffusissimo e interessa le industrie chimiche, le raffinerie, i laboratori di ricerca ma anche molte altre realtà lavorative.

L’art 222 del D.Lgs 81/08 definisce rischio chimico "tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, siano essi prodotti intenzionalmente o no e siano immessi o no sul mercato".

Di conseguenza viene facile pensare a quanti sono gli agenti chimici con cui andiamo in contatto nella nostra vita quotidiana. Tra i più facili da trovare in ogni casa ci sono i prodotti per le pulizie e la disinfezione, a quelli per la stampa o per la conservazione del cibo.

I lavoratori esposti alla presenza di sostanze chimiche, potenzialmente pericolose sono moltissimi. A questo punto parlare di "rischio chimico" nei luoghi di lavoro risulta una priorità.

Esiste un sistema univoco di classificazione degli agenti chimici suddivisa in due classi:
  • gli agenti con proprietà pericolose di tipo chimico-fisico, a loro volta declinati in agenti infiammabili, esplosivi, comburenti e corrosivi;
  • gli agenti con proprietà tossicologiche, ulteriormente distinti a loro volta in sostanze nocive, sensibilizzanti, irritanti, tossiche, teratogene e cancerogene.
Chiama la Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia se desideri effetturare una valutazione del rischio chimico della tua azienda o se intendi implementare un sistema di gestione qualità, ambiente, sicurezza, anti-corruzione a norma UNI EN ISO 37001:2016 anche tra loro integrati. Chiedi informazioni allo staff al numero verde 800300333.



Il 24, 25 e 29 ottobre 2018 organizzato a Mestre corso per addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C.


Il 24, 25 e 29 ottobre 2018 organizzato a Mestre corso per addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C. La stessa offerta formativa con date e orari diversi viene proposta anche presso la sede di Spinea.

Il corso è rivolto agli incariti che devono formarsi  e che devono partecipare a un corso di "formazione per addetti al primo soccorso delle aziende del gruppo A, B e C".


Si precisa che gli "addetti al primo soccorso di aziende appartenenti al gruppo A" devono  partecipare a dei corsi di formazione di durata di 16 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (6 ore); mentre quelli appartenenti ai gruppi B e C devono frequentare dei corsi di formazione di 12 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (4 ore).
A distanza di 15 giorni dalla partenza, gli ultimi posti sono ribassati. Gli sconti vanno fino al 30% sull'importo indicato nel modulo di registrazione!

Per scaricare il programma dei corsi o le schede di partecipazione cliccare qui. 

Per prendere visione delle recensioni dei Clienti e allievi corsi visionare pagina DICONO DI NOI.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


Il Regolamento europeo 679/16 si propone di armonizzare la normativa europea dei Stati membri in tema di privacy e di adeguarla allo sviluppo tecnologico

Il provvedimento ha come scopo quello di semplificare gli adempimenti burocratici a carico dei “titolari del trattamento dei dati privacy”, per ridurre i costi connessi alla loro esecuzione.

Nel mercato UE, l’esistenza di regole non uniformi e modalità di applicazione differenziate: comportano incertezza e costi per imprese, ostacolano l’integrazione dei mercati intra UE e attività economica negli stati membri

La frammentazione delle modalità di applicazione della protezione dei dati personali nel territorio dell’Unione, ha incrementato l’incertezza giuridica e la diffusa percezione nel pubblico che le operazioni online comportino notevoli rischi.

L’obiettivo della riforma è:

1. Maggiore armonizzazione della disciplina intra UE (regole e applicazione);
2. Rendere più chiare le condizioni di trasferimento dei dati extra UE e ridurre le disparità d regolazione tra operatori extra UE e intra UE;
3. Semplificare adempimenti burocratici;
4. Rafforzare la tutela sostanziale;
5. Enforcement più integrato a livello europeo e più incisivo.

Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.

Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 80030033 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda.

Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it

 

Cos’è un campo elettromagnetico e cosa prescrive il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i in merito all’esposizione a campi elettromagnetici?


Cos’è un campo elettromagnetico e cosa prescrive il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i in merito all’esposizione a campi elettromagnetici?

Un campo elettromagnetico è un fenomeno fisico che consiste nell’esistenza contemporanea di un campo elettrico e di un campo magnetico, è generato localmente da una qualunque distribuzione di carica elettrica variabile nel tempo e si propaga sotto forma di onde elettromagnetiche. 

Ogni qual volta si verifica una variazione di campo elettrico o di campo magnetico si genera nello spazio un campo elettromagnetico che si propaga a partire dalla sorgente.

Il capo IV Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 prescrive che il datore di lavoro valuti e, quando necessario, calcoli i livelli dei campi elettromagnetici (da 0 Hz a 300 GHz) ai quali sono esposti i lavoratori; in particolare le disposizioni riguardano la protezione dai rischi per la salute e sicurezza dovuti agli effetti nocivi a breve termine derivanti dalla circolazione di correnti indotte e dall’assorbimento di energia, e da correnti di contatto.

MODI S.r.l. con sede nelle città di Mestre e Spinea Venezia organizza corsi e seminari su questo specifico argomento e esegue con i propri tecnici qualificati le valutazioni sul rischio da esposizione a campi elettromagnetici.

Per visionare le FAQ e approfondire l'argomento cliccare qui.

Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui. 
  
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.


La validità dei corsi on-line (formazione a distanza) sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro


La validità dei corsi on-line (formazione a distanza) sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro è un tema molto dibattuto e spesso affrontato dai consulenti con scarsa competenza e professionalità.

La formazione in modalità e-learning è un modello formativo interattivo attuato attraverso una piattaforma informatica online e si differenzia dalla “formazione a distanza” che avviene passivamente senza l’appoggio di un Tutor e quindi senza interazioni fra allievo e tutor.

I corsi on-line stanno diventando sempre di più uno strumento alternativo ai corsi in presenza ed è quindi necessario che siano proposti in conformità a quanto richiesto dalla normativa.

• La formazione on-line in materia di Salute e Sicurezza è disciplinata dagli Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e dall’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 L’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 ha ampliato l’elenco dei corsi ammessi in e-learning:

• i corsi di aggiornamento per RSPP/ASPP
• la formazione di base per RSPP e ASPP (solo Modulo A);
• la formazione generale per i Lavoratori la formazione specifica per i Lavoratori (solo per attività a basso rischio);
• la formazione dei Preposti (solo per i punti da 1 a 5);
• la formazione dei Dirigenti;
• la formazione dei Datori di lavoro (solo modulo 1 e 2);
• i corsi di aggiornamento per lavoratori, dirigenti, preposti, coordinatore della sicurezza;
• i corsi di formazione e aggiornamento per RLS, solo se previsto dal CCNL.
devono essere erogati secondo i requisiti e le specifiche di cui all’allegato II dell’Accordo del 7 luglio 2016. 

Per la formazione degli Addetti Antincendio e di Primo Soccorso la modalità e-learning non è ammessa, pertanto è necessario diffidare dalle offerte formative online.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.


A distanza di due anni dalla pubblicazione della norma ISO 37001:2016 quante sono le aziende certificate?

I governi hanno fatto progressi nell'affrontare la corruzione attraverso accordi internazionali o mediante leggi nazionali. 

A distanza di due anni dalla pubblicazione della  norma ISO 37001:2016 (Anti-bribery management systems — Requirements with guidance for use) le Organizzazioni hanno sentito la responsabilità di contribuire attivamente alla lotta contro la corruzione?

Una piccola parte di esse si, e si è certificata. Altre invecee hanno iniziato ad adottare un "sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016". 

Contribuisci alla lotta contro la corruzione!

La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia è il partner ideale se desideri implementare un modello Organizzativo 231, la norma ISO 37001, un sistema di gestione qualità, ambiente, sicurezza, anche tra loro integrati. 

Chiama MODI per  informazione al numero verde 800300333 e naviga nel sito internet www.consulenzacertificazioneiso37001.it
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.

La tutela della privacy è un problema di tutte le nazioni

La designazione del Privacy Officer è già obbligatoria da oltre dieci anni nelle istituzioni dell’Unione Europea.

Da alcuni anni in diversi Stati Membri come Germania, Grecia, Ungheria, Slovacchia – in base all’art. 18 della Direttiva 95/46/CE – il Privacy Officer è obbligatorio; in altri, come in Francia; è invece previsto un Privacy Officer come figura facoltativa.

La domanda che a questo punto è importante farsi è:

Qual’è il percorso di formazione del Privacy Officer e quali sono i requisiti professionali per tale figura?

L’esperienza maturata in questi anni in ambito europeo, soprattutto nelle istituzioni, è un importante punto di riferimento per comprendere la figura del Privacy Officer che sta per diventare obbligatoria anche in Italia tramite il regolamento.

Il Privacy Officer è un supervisore indipendente con competenze informatiche e giuridiche che conosce il mercato in cui opera l’Ente/Azienda.

Il Privacy Officer Indipendente rispetto all’Ente ed è Designato con mandato o con un contratto di lavoro o di servizi.

Sta in carica almeno 2/4 anni (ciò anche per garantire la continuità necessaria nell’applicazione della normativa).

Il Privacy Officer ha compiti di sorveglianza e applicazione della normativa anche rispetto alla privacy by default che dovrà comunicare all’Autorità eventuali violazioni che interessano i dati.

Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali.

Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 80030033 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda.

Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it

 

Un’Organizzazione che voglia implementare un sistema di gestione certificabile ISO 37001 deve procedere ala stesura di un modello organizzativo 231 e fare delle procedure finalizzate alla prevenzione di reati di corruzione individuati nel risk assessment.


Un'Organizzazione che voglia implementare un sistema di gestione certificabile alla norma  UNI EN ISO 37001:2016 deve procedere alla stesura di un "Modello Organizzativo D.lgs. 23/2001" e fare delle procedure finalizzate alla prevenzione di reati di corruzione individuati nel risk assessment.

E' fondamentale che venga fatta la formazione a tutti i livelli dell’Organizzazione sulle tematiche dell’anti-bribery e indicare come nell'Organizzazione definisce:
  • la stesura di un modello organizzativo MOG231 e di procedure finalizzate alla prevenzione di reati di corruzione individuati nel risk assessment;
  • la policy anti-corruzione documentata;
  • i ruoli e  le responsabilità del management in materia anti-corruzione;
  • chi gestisce le azioni correttive e quelle relative alle investigazioni atte al miglioramento continuo;
  • riesame ed elenco di attività di monitoraggio, e degli audit;
  • come applica le procedure di attuazione dei controlli e due diligence in ambito finanziario, commerciale, contrattuale e sui processi di approvvigionamento e acquisti.

Chiama al numero verde 800300333 i consulenti di MODI SRL e adotta un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016. 


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.